Gli sconti relativi alle utenze domestiche potranno essere ottenuti semplicemente compilando la Dsu ai fini dell’Isee.

Partono il 1° luglio gli sconti automatici sulle bollette di acqua, luce e gas per le famiglie in condizioni di disagio economico (si stima che le famiglie aventi diritto siano circa 2,6 milioni).

Il nuovo sistema supera il precedente meccanismo del bonus su richiesta: da oggi lo sconto sarà quindi attivato automaticamente, basterà compilare la Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu). I bonus avranno una durata totale di 12 mesi.

I requisiti per ottenere il bonus

I bonus acqua, luce, gas automatici sono destinati alle famiglie:

  • che hanno un Isee non superiore a 8.265 euro;
  • nel caso di nuclei familiari con almeno 4 figli a carico l’indicatore Isee non dovrà superare i 20.000 euro;
  • fanno parte di un nucleo titolare di Reddito o Pensione di cittadinanza;
  • in cui uno dei componenti del nucleo familiare ISEE è titolare di una fornitura elettrica/gas/idrica per usi domestici attiva (o sospesa per morosità) o usufrusce di una fornitura centralizzata gas/idrica attiva e per usi domestici.

Il valore del bonus

Il valore del bonus sociale dipende dal numero di componenti della famiglia anagrafica ed è aggiornato annualmente dall’Autorità. Un solo componente del nucleo familiare ha diritto al bonus per ciascuna tipologia. Per l’anno 2021 lo sconto in bolletta ammonta ai seguenti importi:

  • Numerosità familiare 1-2 componenti: 128 €
  • Numerosità familiare 3-4 componenti: 151 €
  • Numerosità familiare oltre 5 componenti: 177 €

La cifra viene poi detratta direttamente nelle diverse bollette corrispondenti ai consumi dei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda. Ogni bolletta riporta una parte del bonus proporzionale al periodo cui la bolletta fa riferimento.

La nuova modalità per richiedere i bonus bollette

Fino al 2020, per ricevere il bonus sociale era necessario presentare domanda al Comune di residenza o al CAF allegando la documentazione richiesta.

Ora basta presentare ogni anno la DSU necessaria per ottenere la certificazione dell’ISEE e, se il nucleo familiare rientra nei parametri, l’Inps invierà automaticamente le informazioni al Sistema Informativo Integrato (SII), la banca dati che contiene informazioni utili a individuare le forniture elettriche, gas e i gestori idrici competenti per territorio. L’incrocio dei dati definirà il diritto all’agevolazione. A quel punto saranno automaticamente individuate le forniture dirette (individuali) da agevolare ed erogati i bonus a chi ne ha diritto.

Nel caso di nuclei familiari serviti da forniture centralizzate è previsto un processo di ammissione al riconoscimento automatico ad hoc. Ogni nucleo familiare ha diritto ad un bonus per ciascuna tipologia – elettrico, gas, idrico – per anno di competenza.

fonte: quifinanza.it